Bonucci-Milan, il saluto social alla Juve: "Una splendida storia"

  • Bonucci-Milan, il saluto social alla Juve:

Bonucci-Milan, il saluto social alla Juve: "Una splendida storia"

Anche perché la campagna acquisti del Milan non è finita: Biglia ha lasciato il ritiro della Lazio e firmerà col club rossonero, e nei prossimi giorni Fassone e Mirabelli proveranno l'affondo per un attaccante. Episodio che ricorda la famosa legge del contrappasso dantesca.

Vincenzo Montella si gode i colpi di mercato regalatagli dal Milan e in particolare ovviamente Leonardo Bonucci: "E' il miglior difensore al mondo insieme a Sergio Ramos". Dopo i commenti azzurri contro Higuain, però, i sostenitori della Juve etichettarono i partenopei come "provinciali" o "antisportivi".

Il capitano della Juve Gigi Buffon saluta Bonucci, oramai ex bianconero, partito alla volta di Milano, sponda rossonera. Sei scudetti, tutti vissuti e conquistati lottando.

Tralasciamo per un attimo mercato, guadagni, bandiere e tradimenti di maglia. Si è conclusa, infatti, la sua cessione al Milan. Ho accettato la sconfitta di Cardiff (per la quale tu porti qualche responsabilità) serenamente: troppo forte il Real Madrid.

Nella prossima settimana, le due dirigenze si ritroveranno per riaprire un nuovo tavolo di trattative. Mughini ha esaltato Bonucci nella prima parte della sua lettera: "un giocatore implacabile in difesa, unico nel "lanciare" la palla ai propri compagni che attaccano in lontananza, capacissimo a metterla dentro e di testa e di piede, intelligente rompicoglioni nel dire a destra e a manca ai suoi compagni in campo che cosa devono fare". I 25 milioni spesi sono stati spesso oggetto di discussione, ma ormai si può affermare che la spesa è stata ampiamente giustificata. Ho scelto la casa dove sono cresciuto e diventato grande tra i grandi. Si sogna Andrea Belotti, ma Urbano Cairo non vuole lasciarlo libero per meno di ottanta milioni, sebbene le contropartite tecniche Niang e Paletta siano gradite al tecnico Mihajlovic.

Un messaggio che oltre che di commiato appare tra le righe anche come una rivendicazione ed una richiesta, quella di far prevalere il ricordo delle "sette stagioni di vittorie, di sogni realizzati", dunque di quella che è "comunque una splendida storia", sulle polemiche e le reazioni di rabbia.